PRIMO PIANO
Redazionale
mercoledì 21 Ottobre 2020
Le priorità di Ance Lombardia
Per garantire la sopravvivenza di un mercato immobiliare moderno, L'Associazione nazionale dei costruttori edili della Lombardia chiede interventi urgenti per migliorare la rete regionale delle infrastrutture

La Lombardia ha un mercato immobiliare moderno, popolato da utilizzatori e consumatori evoluti ed esigenti, che si stanno riorganizzando dopo la devastazione portata dal coronavirus; un mercato che è necessario rimanga interessante anche nei prossimi anni, quando gli effetti negativi della pandemia saranno passati. In questa fase, il territorio regionale ha più che mai la necessità di una spinta importante: occorrono infrastrutture efficienti per persone e merci, sia su gomma che su ferro.

Un sistema metropolitano leggero su scala regionale

Occorre implementare e ammodernare la rete infrastrutturale ferroviaria regionale, interconnettendo in maniera efficace i sistemi territoriali dei capoluoghi delle province. In Lombardia, nel 2019, Rfi ha individuato investimenti totali nel potenziamento della rete infrastrutturale pari a oltre 14 miliardi di euro; di questi, le risorse già stanziate al 2017 ammontano a 8 miliardi.

Autostrada regionale Stradivaria Cremona-Mantova

L’asse andrebbe a delineare una traiettoria est-ovest, alternativa rispetto ai flussi di traffico metropolitani e rispetto all’ipotesi del percorso autostradale Tibre e, su scala più ampia, un percorso di congiunzione trai porti del Tirreno e dell’Adriatico. Costo stimato: 1.100 milioni di euro.

Autostrada Pedemontana Lombarda e opere collegate

L’Autostrada Pedemontana Lombarda è un sistema viabilistico con uno sviluppo complessivo di circa 157 km. Il costo totale dell’intervento è di 4.118 milioni di euro e, ad oggi, le risorse disponibili ammontano a 1.745 milioni di euro.

Completamento del TEN-T, Corridoio transeuropeo mediterraneo

Asse centrale di connessione al di sotto delle Alpi, che attraversa il Nord Italia da ovest a est e che contempla una serie di interventi viari e ferroviari da anni in fase di realizzazione, fondamentali per rispondere alle esigenze future di mobilità di merci e persone, in una prospettiva che metta anche in discussione i modelli di magazzino just in time.

Autostrada Val Trompia

Il raccordo autostradale tra l’A4 e la Val Trompia è un’opera strategica, concepita nel 1998. L’investimento, pari a 258,5 milioni di euro, prevede la realizzazione dei primi 6,7 km di tracciato tra Concesio e Sarezzo; gli stanziamenti, a ottobre 2019, risultano essere pari a 178,3 milioni.

Superstrada Vigevano-Malpensa

Nell’ambito dei collegamenti per Malpensa, l’intervento si pone come asse viario esterno alla Tangenziale Ovest di Milano. Il costo complessivo è pari a 419 milioni di euro. Le risorse messe a disposizione dal contratto di programma Anas sono pari a 220 milioni di euro.

Prolungamento Tangenziale Est di Milano fino a Olginate

La nuova arteria, di circa 12 km, aprirebbe per il Lecchese uno scenario di collegamento veloce con il sistema autostradale, anche in vista delle Olimpiadi 2026. I costi stimati sono di circa 1.200 milioni di euro, ma al momento non risultano risorse stanziate per questa infrastruttura.

Redazione Mondo Business
RICHIEDI
LA TUA COPIA
GRATUITA
RICEVILA ADESSO