PRIMO PIANO
martedì 26 Maggio 2020
Utile oltre i 4 milioni per la Bcc Cremasca e Mantovana
L'istituto di credito ha consolidato il bilancio del 2019 con risultati di tutto rispetto. La prossima assemblea annuale è prevista a fine giugno

Forte di una rete di 35 filiali, dislocate nei territori cremasco e mantovano, con estensioni nel Bresciano, nel Bergamasco e nel Piacentino, Banca Cremasca e Mantovana ha consolidato un bilancio 2019 con un utile netto di oltre 4 milioni di euro, maggiore dell’82,47% rispetto all’anno precedente e con indici patrimoniali interessanti: il Cet 1 pari al 14,15% e un Total Capital Ratio del 14,78%. L’istituto di credito si avvia quindi con le carte in regola alla prossima assemblea dei soci, prevista per fine giugno. Considerati i risultati, è stata dunque premiata l’unione, risalente al 2017, di Banca Cremasca e Mantovabanca 1896, che ha costituito il nuovo soggetto, parte del gruppo bancario cooperativo Iccrea, terzo gruppo italiano per numero di sportelli sul territorio nazionale.

Continua il trend discendente dei crediti deteriorati

A fine 2019, la raccolta da clientela da parte della banca si è attestata a 1,9 miliardi di euro circa. In particolare, è cresciuta la raccolta indiretta, per un totale di 553 milioni di euro. L’istituto di credito ha continuato anche a sostenere l’economia reale di famiglie e imprese, erogando 173 milioni di nuovi finanziamenti; gli impieghi lordi, al 31 dicembre 2019, hanno superato il miliardo di euro. In particolare, la clientela ha prediletto mutui chirografari e ipotecari di medio-lungo periodo (+4,34%). Quanto ai crediti deteriorati, si sono ridotti anche nel 2019, in particolare le sofferenze nette si attestano a 12 milioni di euro circa, pari all’1,5% dei crediti netti.

La solidarietà della banca verso i territori di riferimento

Sempre nel 2019 sono state molteplici le attività di sostegno della banca al proprio territorio, per un ammontare di 370mila euro circa. Degno di nota il progetto Proximis, legato alla Caritas di Mantova, per erogare credito sulla fiducia alle fasce più deboli della popolazione. L’impegno solidale della banca non è peraltro venuto meno nel corso del drammatico inizio 2020: per l’emergenza da Covid-19 sono stati infatti devoluti 100mila euro agli ospedali di Crema, Asola e Bozzolo. Inoltre, attraverso l’Ats Valpadana, Banca Cremasca e Mantovana ha regalato ai medici di base dei due territori di riferimento 2.800 mascherine protettive.

Redazione Mondo Business
RICHIEDI
LA TUA COPIA
GRATUITA
RICEVILA ADESSO