PRIMO PIANO
martedì 20 Aprile 2021
Soddisfazione di Casartigiani per le nuove misure annunciate dal Governo
«Il Documento di Economia e Finanza 2021 contiene indicazioni che vanno nella giusta direzione ed esprime la sostanziale volontà del Governo di dare ulteriore impulso alle misure di sostegno e di rilancio, per anticipare l’avvio della ripresa». È quanto espresso dai rappresentanti di Casartigiani, la confederazione nazionale a cui aderisce la Libera Associazione Artigiani di Crema, in occasione dell’audizione davanti alle commissioni Bilancio congiunte del Senato e della Camera

Casartigiani esprime il suo apprezzamento per l’avvio dell’operazione riaperture, seppur graduale e ancora vincolata a una serie di regole da rispettare, annunciata dal presidente del Consiglio a partire dal prossimo 26 aprile. «È tempo, finalmente, di far ripartire in sicurezza le numerose imprese del comparto artigiano che mostrano forti segnali di sofferenza, anche a causa dei ripetuti stop and go a cui sono state sottoposte dai diversi decreti e ordinanze di restrizione, che si sono susseguite nel corso degli ultimi dodici mesi».

Il contributo pro capite finora erogato alle imprese è risultato modesto

La confederazione ha accolto con favore anche il nuovo scostamento di bilancio di 40 miliardi di euro, che servirà per le coperture finanziarie del nuovo decreto legge “Sostegni bis”, atteso per la fine di questo mese. Secondo Casartigiani, infatti, nonostante le risorse ingenti già impegnate, il contributo pro capite finora erogato alle imprese è risultato modesto e inadeguato. Oltre ai ristori, Casartigiani ha espresso apprezzamento anche per le altre misure annunciate nel DEF, per aiutare le imprese a coprire parte dei costi fissi, sia con sgravi di imposta che con la copertura della quota fissa delle bollette e di parte dei canoni di locazione, tramite crediti di imposta.

Valorizzare il ruolo dei Confidi, presenti su tutto il territorio

«In tema di liquidità, accogliamo con favore la proroga dal 30 giugno a fine anno del regime di garanzia statale sui prestiti; è tuttavia necessario che il sistema bancario sia messo nelle condizioni di poter accordare a famiglie e imprese nuove moratorie di pagamento dei finanziamenti e la proroga delle moratorie in essere. A questo fine potrebbe essere valorizzato utilmente il ruolo dei Confidi (i consorzi di garanzia dei fidi), presenti capillarmente in tutto il territorio nazionale, che hanno saputo garantire in questi anni un’alta efficacia nell’intervento a sostegno delle aziende, con meccanismi di erogazione veloci ed efficaci».

Procedere speditamente verso una riforma fiscale

 Casartigiani ha proposto infine di rivedere il piano di rinvio dei versamenti delle imposte, già attuati con precedenti provvedimenti nel corso del 2020, introducendo scadenze più dilazionate e stabilendo un inizio dei pagamenti successivo alla ripresa dell’attività economica. Da ultimo, la necessità di procedere speditamente alla riforma fiscale, che è una delle misure collegate all’attuazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza, a cominciare dalla revisione dell’Irpef.

Redazione Mondo Business
RICHIEDI
LA TUA COPIA
GRATUITA
RICEVILA ADESSO