PRIMO PIANO
giovedì 5 Dicembre 2019
SCORE: un aiuto alle Pmi nella sfida lanciata dal 4.0
Il progetto permetterà a cinque aziende di essere seguite da un manager in uno specifico progetto di crescita
Da sinistra, Francesco Buzzella e Tiziano Neviani

Per venticinque giornate, un manager selezionato supporterà cinque aziende del territorio nella realizzazione di uno specifico progetto di crescita, completamente gratuito. Si tratta di un’iniziativa nata dalla collaborazione tra l’Associazione Industriali di Cremona e Federmanager Cremona, attraverso le risorse di “4 Manager” (istituzione nata da Confindustria e Federmanager per diffondere le competenze manageriali) e il partner ÉCOLE (società consortile del sistema confindustriale lombardo rivolta alle attività di formazione). Il progetto in questione, denominato SCORE, si pone lo scopo di puntare sui processi di crescita delle imprese locali, attraverso l’incremento delle competenze manageriali, quale cinghia di trasmissione fondamentale per l’attuazione dell’innovazione dei modelli di business, oggi richiesti dall’incremento costante dell’export nelle imprese attive sul territorio.

Le destinatarie sono le imprese manifatturiere del territorio cremonese

Ne sono destinatarie le imprese manifatturiere, operanti nella provincia di Cremona, con un progetto da sviluppare o con l’intenzione di esplorare nuovi mercati oppure ancora di riorganizzarsi, ma senza poter disporre di specialisti ad hoc. Queste realtà avrebbero quindi potuto trarre beneficio dalla collaborazione, completamente gratuita, con un temporary manager certificato, in grado di affiancarle per far loro conseguire nel breve periodo risultati positivi. Il progetto SCORE concede all’azienda destinataria di utilizzare, nell’arco di quattro mesi e per venticinque giornate, un manager selezionato, che la supporterà nella realizzazione di uno specifico progetto di crescita.

Le sfide dell’innovazione richiedono figure sempre più specializzate

«È  indubbio che, soprattutto per le piccole imprese, la spinta alla managerializzazione porti alla crescita», dichiara il presidente di Assoindustria Cremona, Francesco Buzzella. «Se da un lato è ormai chiara la necessità di applicare nuovi sistemi di management aziendale ad ogni livello, dall’altro tale consapevolezza a volte si scontra con la rigidità di noi imprenditori. Eppure il processo di rinnovamento tecnologico in atto e lo sviluppo di un mercato sempre più globalizzato, alle prese con le sfide dell’innovazione e dell’industria 4.0, richiedono figure professionali sempre più specializzate all’interno delle Pmi, in grado di accompagnarle in un percorso di crescita interna e di competitività sempre più internazionale. La professionalità non basta più: oggi le figure manageriali più richieste sono quelle in grado di incrementare i processi produttivi e organizzativi, rispondere alle esigenze di innovazione e digitalizzazione e promuovere la crescita attraverso la collaborazione tra imprese. È  proprio questo l’obiettivo che ci siamo dati con Federmanager e 4Manager nella realizzazione del progetto SCORE per le aziende del nostro territorio. Le richieste sono molte e speriamo di poter quindi dare seguito nel tempo questa iniziativa».

Tra le aree di intervento prescelte, internazionalizzazione e digitalizzazione 

La commissione di valutazione che ha selezionato i progetti era formata dagli stessi promotori. Le destinatarie sono cinque aziende manifatturiere attive nella provincia di Cremona, che dopo un primo colloquio conoscitivo con il manager individuato hanno deciso di avviare ufficialmente i lavori. Le aziende sono operative nei seguenti settori: grafico, metalmeccanico, alimentare e plastico. Le aree di intervento prescelte sono l’internazionalizzazione, la digitalizzazione e l’ottimizzazione dei flussi finanziari. «La collaborazione e le sinergie, sia a livello nazionale che locale, tra Confindustria e Federmanager, poste con le giuste premesse, mostrano i primi effetti positivi dei quali siamo molto soddisfatti», commenta Tiziano Neviani, presidente di Federmanager Cremona e membro del Consiglio nazionale Federmanager. «Mettiamo a disposizione il sapere dei nostri manager e le loro competenze per migliorare e implementare il processo di crescita sperato per le aziende del territorio; siamo certi che otterremo i buoni risultati sperati».

Redazione Mondo Business
RICHIEDI
LA TUA COPIA
GRATUITA
RICEVILA ADESSO