PRIMO PIANO
giovedì 23 Gennaio 2020
Raddoppio ferroviario, massima priorità
Il prossimo Tavolo della Competitività del territorio cremonese avrà come oggetto l'ammodernamento della tratta ferroviaria. I pendolari non possono più aspettare

Il 17 gennaio si è riunita la cabina di regia del Tavolo della Competitività, per procedere a una valutazione condivisa dell’avanzamento dei lavori del Tavolo nel suo complesso e per programmare le attività dell’anno appena iniziato. A partire da metà 2018, momento in cui nasce il Tavolo della Competitività come strumento di concertazione provinciale del territorio di Cremona, con l’intento di individuare le linee strategiche di sviluppo prioritario e per rafforzare la partnership pubblico-privata, si sono svolte sedici sedute dei tavoli tematici. La cabina di regia ha innanzitutto deciso di focalizzare le prossime sedute del Tavolo delle Infrastrutture sulla mobilità ferroviaria. Nel corso del 2020, il Tavolo affronterà anche il tema strategico delle università, con particolare attenzione all’avvio del campus universitario di S. Monica a Cremona. È inoltre in corso il raccordo con Regione Lombardia rispetto all’AQST – Accordo Quadro di Sviluppo Territoriale, di cui ci saranno a breve aggiornamenti.

Le criticità che derivano dal rinvio del cronoprogramma

«Come ribadito in più sedi», ha precisato il presidente della Provincia di Cremona, Paolo Mirko Signoroni, «e in particolar modo, nell’incontro con il ministro alle Infrastrutture, Paola De Micheli, nella sua breve visita a Cremona, alla presenza dell’assessore regionale, Claudia Terzi, abbiamo posto in luce le criticità collegate al rinvio del cronoprogramma degli interventi condivisi con il territorio: mi riferisco in particolare all’autostrada Cremona-Mantova, alla realizzazione del ponte a Spino d’Adda lungo la Paullese e al raddoppio delle tratte ferroviarie analizzate. A breve avremo altri incontri a testimonianza dell’importanza di queste opere per tutto il Sud Lombardia». «Il primo tavolo delle infrastrutture avrà come oggetto il trasporto ferroviario, secondo gli impegni presi lo scorso dicembre», ha aggiunto il sindaco di Cremona, Gianluca Galimberti. «Si tratta anche di un’attenzione particolare verso l’elevato numero di pendolari che viaggiano verso la metropoli lombarda e che si avvalgono delle tratte ferroviarie per spostarsi. La priorità massima è infatti il ferro e verrà organizzato a breve il Tavolo che coinvolgerà FS, RFI, Trenord e Regione Lombardia, a cui inviteremo anche i comitati dei pendolari».

La carenza di infrastrutture penalizza il sistema economico e sociale

«Ritengo che il Tavolo della Competitività debba mantenere alta l’attenzione sulla necessità di infrastrutture da parte del nostro territorio», sostiene il presidente della Camera di commercio di Cremona, Gian Domenico Auricchio. «L’ha ribadito anche lo studio Masterplan 3C, realizzato da The European House  Ambrosetti: la carenza di efficaci ed efficienti infrastrutture – sia per quanto riguarda la gomma che per quanto riguarda il trasporto ferroviario – penalizza in modo notevole le nostre imprese e lo sviluppo del nostro sistema economico e sociale».

 

Redazione Mondo Business
RICHIEDI LA TUA
COPIA GRATUITA
RICEVILA ADESSO