PRIMO PIANO
venerdì 27 Settembre 2019
Nasce a Crema il primo ITS italiano per la Cosmesi 4.0
L'Istituto Tecnico Superiore nasce su sollecitazione delle aziende del distretto cosmetico cremasco, pronte ad assumere i futuri diplomati
Da sinistra, Nardiello, Ancorotti, Bonaldi, Auricchio, Crispiatico e Tiranti

Quello che prenderà il via il prossimo 15 novembre, a Crema, sarà il primo ITS in tutta Italia dedicato alla produzione cosmetica 4.0. Per ITS si intende un Istituto Tecnico Superiore, una specializzazione post diploma, riconosciuta come la più importante formazione professionale in tutta l’Unione europea. A presentarlo quest’oggi in conferenza stampa, in palazzo comunale, un’emozionata sindaca, Stefania Bonaldi, per l’occasione anche in veste di presidente di ACSU Crema, l’Associazione Cremasca Studi Universitari, la realtà che ha garantito e sostenuto la presenza universitaria in città, per poi, una volta venuto meno l’ateneo, individuare una nuova proposta formativa.

Alla base del progetto l’importante distretto cosmetico del Cremasco

«In questo senso, con ACSU abbiamo svolto un compito di regia», ha precisato la sindaca, che ha tenuto a ringraziare i vari soci dell’associazione cremasca, tra cui l’Associazione Industriali di Cremona e la Libera Associazione Artigiani di Crema, nonché REI Reindustria Innovazione, agenzia territoriale che ha svolto l’importante ruolo operativo nell’ambito del progetto. «L’idea nasce da un fatto», ha proseguito Bonaldi: «la presenza nel Cremasco di un distretto della cosmesi, che ha assunto nel tempo un’importanza considerevole».

Gli ITS garantiscono occupazione alla quasi totalità dei partecipanti

«È dunque su questa base che il Tavolo della Competitività, che riunisce i rappresentanti a vari livelli del territorio provinciale, ha deciso di puntare sul progetto in questione, anche alla luce del Masterplan 3C, lo studio eseguito dal think tank The European House–Ambrosetti, riguardo alle prospettive del nostro territorio; studio che, tra le altre cose, ha individuato la necessità, per il territorio, di dotarsi proprio di Istituti Tecnici Superiori, che rispondano alle esigenze delle nostre aziende». Sì, perché la caratteristica che rende un ITS particolarmente interessante risiede proprio nel fatto che nasce su sollecitazione di un settore produttivo che necessita di figure professionali specifiche e, di conseguenza, tende ad assorbire nel mercato del lavoro, anche a tempo indeterminato, la quasi totalità di coloro che all’ITS si diplomano.

Il corso durerà due anni ed è stato finanziato dal territorio

Il percorso formativo in questione si svilupperà nell’arco di un biennio, per un totale di 2.000 ore, di cui 1.150 di teoria e 850 di stage in azienda; a proposito, ad oggi, le aziende coinvolte sono già 22. Come sede, verranno messi a disposizione il sito ex universitario di via Bramante e i laboratori dell’IIS Galilei di Crema, che figura fra i partner organizzativi, insieme alla Camera di commercio di Cremona, rappresentata alla conferenza dal presidente, Gian Domenico Auricchio, che ha finanziato l’ITS Cosmesi 4.0 con 100mila euro; a Cosmetica Italia, l’associazione nazionale del settore, presieduta da Renato Ancorotti, che ha contribuito per altri 65mila euro, oltre alle docenze messe a disposizione (altri 35mila euro li ha forniti ACSU Crema); all’IIS Galilei, appunto, per cui era presente la dirigente, Maria Grazia Crispiatico; alla Fondazione ITS Efficienza Energetica, diretta da Giuseppe Tiranti e in via di trasformazione in ITS Nuove Tecnologie per il Made in Italy, che ha fornito una collaborazione organizzativa e, infine, ma non certo ultimo, insieme all’ITS Nuove tecnologie per la vita di Bergamo, diretto da Giuseppe Nardiello: il soggetto attuatore del corso.

Il termine per presentare la domanda è il prossimo 20 ottobre

Per gli interventi principali rimandiamo al video in allegato, postato anche sulla nostra pagina Facebook. Ci limitiamo a completare le informazioni relative al corso, precisando che il bando, dove poter trovare tutti dettagli, è disponibile qui; che il termine previsto per presentare la propria domanda è il 20 ottobre 2019 e che seguirà una prova di selezione con punteggi in base a titoli, prova scritta e colloquio. Il costo del corso è di  750 euro l’anno.

Redazione Mondo Business
RICHIEDI
LA TUA COPIA
GRATUITA
RICEVILA ADESSO