PRIMO PIANO
venerdì 28 Agosto 2020
La Lumson sviluppa una nuova concezione del lavoro
Matteo Moretti, presidente della Lumson, spiega la filosofia alla base delle innovazioni introdotte dall'azienda cremasca di cosmesi: «La nostra decisione nasce dalla consapevolezza che lo smart working è un modo di lavorare che fa bene alle imprese e alle persone. È dimostrato che gli smart worker producono in media il 20% in più, rispetto a quanti lavorano fisicamente in azienda»
Matteo Moretti

Le crisi, e quella da coronavirus non fa eccezione, hanno anche la caratteristica di mettere a nudo alcuni nostri limiti, per esempio nell’organizzazione aziendale e del lavoro in genere, sollecitando la ricerca di nuove soluzioni. È il caso della Lumson, azienda cremasca del settore cosmesi, che ha scelto di accelerare  nei confronti dell’attenzione al benessere dei propri dipendenti e collaboratori. «In soli due giorni», sottolinea il presidente della Lumson, Matteo Moretti, «abbiamo attivato settanta postazioni per lo smart working, destinate a quei ruoli che potevano prestare la propria attività lavorativa a distanza. Se da un lato lo smart working è una necessità in un periodo storico particolare, al contempo rappresenta per Lumson un passo importante verso una nuova concezione di lavoro, legata al raggiungimento degli obiettivi, alla flessibilità oraria, all’autonomia, alla fiducia e al senso di responsabilità».

Il finanziamento di Regione Lombardia per un progetto di Smart working

L’azienda ha deciso di dare continuità a questa modalità di lavoro, partecipando nel mese di aprile al bando “Smart working”, promosso da Regione Lombardia, e ottenendo il finanziamento per la realizzazione di un progetto ad hoc. «Questa decisione nasce dalla consapevolezza che quello agile è un modo di lavorare che fa bene alle aziende», prosegue Moretti. «È dimostrato che gli smart worker producono in media il 20% in più, rispetto a quanti lavorano fisicamente in azienda. Fa bene anche alle persone, generando benessere per loro stessi e per le loro famiglie». Lo smart working è solo l’ultima delle tante iniziative che l’azienda ha implementato nell’ottica del cosiddetto work life balance: l’introduzione dell’orario flessibile, che dà ai dipendenti la possibilità di conciliare meglio vita privata e lavoro; il contributo economico elargito dall’azienda ogni anno per supportare le famiglie nel sostenere i costi per i centri estivi dei propri figli e che consente di scegliere tra diverse strutture; la possibilità di convertire il premio di produzione collettivo in welfare aziendale, accedendo a un’apposita piattaforma. Tramite la stessa, ogni dipendente può scegliere tra le soluzioni di welfare aziendale proposte quelle più rispondenti alle proprie esigenze e necessità.

Gli investimenti dell’azienda cremasca in digitalizzazione e formazione

Di pari passo alla riorganizzazione del lavoro, Lumson ha fatto molto anche in termini di digitalizzazione. «Stiamo adottando tutta una serie di strumenti digitali», spiega sempre Moretti, «a partire da web-conference, webinar, e-learning ed e-recruiting, per mantenere vivo il contatto, seppur virtuale, con i nostri candidati, clienti e fornitori e per continuare la corsa verso un futuro che deve trovarci pronti a reinventarci nei modi e negli strumenti. Quelle digitali sono tecnologie indispensabili per il futuro, ma tuttavia non possono sostituire il valore delle relazioni umane. Se è vero infatti che l’emergenza ha permesso di ripensare a nuovi modi di vivere e ha consentito di muoverci in modo efficace, veloce e innovativo, è altrettanto vero che ci ha reso ancora più consapevoli dell’importanza delle relazioni umane e del contatto personale». Non da ultimo, il capitolo “Formazione”. Leva strategica per lo sviluppo e consolidamento di competenze, la formazione continua a essere una delle priorità dell’azienda. Nuove modalità di apprendimento (virtual class, e-learning, pillole formative) si integrano a quelle esistenti, per sviluppare una cultura dell’eccellenza e della gestione della diversità.

Redazione Mondo Business
RICHIEDI LA TUA
COPIA GRATUITA
RICEVILA ADESSO