PRIMO PIANO
lunedì 24 Febbraio 2020
Bomi Group: anche la salute può essere green
Il gruppo industriale attivo nel settore healthcare è fermamente convinto che l'economia green sia uno dei motori principali per la crescita nei prossimi anni
Il nuovo headquarters di Spino d'Adda

Il nostro viaggio tra le aziende cremonesi che stanno investendo nella green economy continua con Bomi Group, gruppo internazionale che opera da oltre trent’anni nel campo della logistica integrata a servizio del settore healthcare. Recentemente, il Gruppo ha inaugurato il suo nuovo Headquarters a Spino d’Adda.

I quattro obiettivi di sviluppo sostenibile di Bomi Group per i prossimi anni

«Bomi crede fermamente nella sostenibilità d’impresa come uno dei motori principali della strategia di crescita per i prossimi anni», spiega Chiara Cacciamani, global marketing director di Bomi Group. «Nel nostro percorso di sostenibilità abbiamo deciso di abbracciare quattro “sustainable development goals”, che sono stati ritenuti i più affini al nostro operato: “Good Health and Well-being”, perché intrinseco nella nostra missione aziendale; “Decent Work and Economig Growth”, per l’impatto positivo che possiamo generare sul lavoro di tante persone in tanti luoghi del mondo; “Climate Action”, forse il più importante, considerando che il trasporto è una parte cruciale del nostro business e “Partnership for the Goals”, perché, rappresentando un anello della catena di fornitura di prodotti per la salute, siamo convinti di poter realizzare progetti di sostenibilità con i nostri clienti. Nel concreto, ci stiamo muovendo per perseguire i seguenti obiettivi: incremento dell’uso di energia da fonti rinnovabili, riduzione delle emissioni di CO2 nell’ambiente, riduzione della plastica, attività di riciclo di materiali riutilizzabili per quanto concerne la sfera ambientale, ma anche un importante piano welfare e corsi per incrementare la consapevolezza interna sul tema della sostenibilità per tutti i dipendenti».

Nel nuovo quartier generale 60 tonnellate in meno di CO2 l’anno

Bomi è stata la prima azienda di logistica per il settore healthcare ad ottenere il marchio “Sustainable Logistics”, sviluppato da SOS-LOG in collaborazione con l’ente di certificazione Lloyd’s Register LRQA. Il processo di validazione si è concluso a novembre 2018, dopo circa dieci mesi di analisi interne, e ha gettato le basi del Piano di sviluppo per la sostenibilità. Ad agosto 2019, Bomi ha inoltre iniziato la propria attività presso il nuovo headquarters di Spino d’Adda, in provincia di Cremona, impianto all’avanguardia, progettato per garantire la massima indipendenza energetica della struttura e la minimizzazione dei consumi. Abbiamo calcolato che la realizzazione del nuovo headquarters, che ha consentito la chiusura di altri siti logistici nelle vicinanze e quindi un minor uso di navette tra un sito e l’altro, ci consentirà un risparmio di circa 60 tonnellate di CO2 ogni anno. A questo risparmio dobbiamo aggiungere anche l’impatto positivo dei progetti di “smart working” e “car-pooling aziendale” previsti dal Welfare Plan 2020, lanciato pochi mesi fa, oltre al rinnovamento della flotta aziendale destinata ai dipendenti con il passaggio ad auto ibride avvenuto circa un anno fa».

Il progetto Plastic Free ridurrà l’emissione in ambiente di 64mila bottiglie

«Bomi si sta inoltre impegnando nel progetto “Plastic Free” ovvero l’eliminazione delle bottigliette di plastica in tutti i propri siti logistici in Italia, mediante l’installazione di erogatori d’acqua e borracce distribuite a tutti i dipendenti. Stimiamo che questo progetto ci consentirà di eliminare l’immissione nell’ambiente di circa 64mila bottigliette ogni anno. Non dimentichiamo, infine, i corsi di guida sicura e razionale previsti per tutti i nostri autisti; il rinnovamento del parco mezzi con l’introduzione dei primi veicoli a Lng e le valutazioni sui mezzi elettrici per le consegne nei centri cittadini; i progetti di ottimizzazione dei percorsi di consegna; le procedure per il riuso di pallet e imballi e la corretta gestione della raccolta e smaltimento di sostanze nocive nei nostri siti, in accordo con le disposizioni dei nostri clienti».

 

Redazione Mondo Business
TAG
RICHIEDI LA TUA
COPIA GRATUITA
RICEVILA ADESSO