PRIMO PIANO
domenica 29 Settembre 2019
A Padernello il borgo artigiano del futuro
La Libera Artigiani di Crema è tra i promotori di un progetto che mira a trasmettere alle nuove generazioni la passione per l’imprenditoria

Giusto l’altro ieri, vi avevamo raccontato su questo sito di un progetto di grande importanza in ambito formativo, finalizzato all’inserimento nel mondo del lavoro: l’ITS Cosmesi 4.0, presentato a Crema e che lì prenderà il via a partire dal prossimo novembre, grazie alla sinergia tra pubblico e privato.

Far rivivere un antico borgo attraverso l’artigianato

Oggi, parliamo di un altro esempio virtuoso, che riguarda un territorio poco distante dal nostro: ci riferiamo alla fiera “Verso il Borgo”, che si tiene questo fine settimana – dal 27 al 29 settembre – a Padernello, frazione di Borgo San Giacomo, in provincia di Brescia. Qui, la Fondazione Castello di Padernello, con il supporto di diverse associazioni artigiane e del Coordinamento degli istituti tecnici e professionali, ha dato vita a un progetto ambizioso: far rivivere un borgo di 76 anime, composto per lo più di cascine in disuso, che gli conferiscono un’atmosfera da Primo Novecento, attraverso un esperimento di alternanza scuola-lavoro. Diversi gli studenti di varia provenienza coinvolti, a cui trasmettere la passione per il mestiere artigiano.

All’inaugurazione anche l’assessore regionale Alessandro Mattinzoli

Anche la Libera Associazione Artigiani di Crema ha aderito al progetto, insieme ad altre due associazioni di categoria, tutte aderenti a Casartigiani: l’Associazione Artigiani di Brescia, che svolge il ruolo di capofila, e l’Unione Artigiani di Lodi. All’inaugurazione, tenutasi sabato mattina davanti al castello, sede principale della fiera, era presente anche l’assessore regionale allo Sviluppo Economico, Alessandro Mattinzoli, mentre per la Libera Artigiani hanno preso parte all’evento il presidente, Marco Bressanelli e il direttore, Renato Marangoni. Sempre per la Libera, erano presenti alla fiera anche alcuni associati cremaschi con i loro stand: l’Angolo della fragranza; Creazioni Saint Michael; M.S. delle sorelle Mazzini e Vivo Creativo.

La Lombardia ha necessità di diplomati in percorsi tecnici

Come è stato sottolineato nel corso dell’inaugurazione, sono 100mila le figure con competenze tecnico-professionali di cui si avverte la mancanza in regione Lombardia ed è alla luce di questo dato che il progetto in questione acquista tutto il suo rilievo. «Nulla da dire contro gli studi umanistici», ha precisato il presidente dell’Associazione Artigiani di Brescia, Bortolo Agliardi, «ma occorre far capire che i percorsi professionali non sono scuole di serie B, anzi: offrono grandi opportunità, garantendo anche posti a tempo indeterminato». Cinque anni di tempo si sono dati i partner dell’iniziativa, per poter iniziare a conseguire obiettivi concreti, ma già oggi alcune delle cascine sono in fase di restauro e c’è già chi ha deciso di investire in questo progetto, trasferendosi nel borgo per aprirvi la propria attività. Ecco perché più che “Verso il Borgo” agli organizzatori piace parlare di “Il Borgo c’è”.

L’alto livello di qualità raggiunto dai corsi tecnico-professionali

«Se davvero crediamo che i giovani siano il nostro futuro», riflette il presidente della Libera Artigiani, Marco Bressanelli, «dobbiamo interessarli anche alla possibilità di intraprendere un’attività imprenditoriale. Dobbiamo far interagire sempre più scuola e lavoro, a partire dall’alternanza da sperimentare durante gli studi superiori, passando poi agli IFTS e agli ITS post diploma, fino ad arrivare alle lauree professionalizzanti. A chi crede ancora che una formazione tecnico-professionale sia da considerare come un ripiego, rispondo che ormai stiamo parlando di percorsi molto qualificanti, in grado di garantire un alto livello di preparazione. Il motivo è semplice: oggi, tutte le aziende, le piccole come le grandi, hanno a che fare con le migliori tecnologie, se vogliono rimanere competitive sul mercato, e di conseguenza, hanno bisogno di un personale all’altezza della situazione».

Nel corso dell’inaugurazione sono state premiate anche due start up, che hanno ottenuto un prestito per la loro attività, grazie alle garanzie fornite da Artfidi, il confidi di Casartigiani. Si tratta della Project Packaging Srl, di Campagnola Cremasca e della GS Srl Industrial Service Italia, di Bagnolo Cremasco.

 

LE FOTO
  • La premiazione della Project Packaging Srl
  • La premiazione della GS Srl Industrial Service Italia
  • Bortolo Agliardi
  • Marco Bressanelli e Renato Marangoni allo stand delle sorelle Mazzini
  • Lo stand de Le creazioni Saint Michael
  • Lo stand de L'angolo della fragranza
  • Il castello di Padernello
Redazione Mondo Business
RICHIEDI LA TUA
COPIA GRATUITA
RICEVILA ADESSO