il libro del mese
venerdì 11 Dicembre 2020
Un nuovo “giallo” dalla Sicilia
Il romanzo d’esordio di Francesco Bozzi, autore di Fiorello, è una miscela di umorismo e suspense. Presto sarà anche una serie televisiva

“L’assassino scrive 800 A”, di Francesco Bozzi, edito da Solferino, è il libro che vi consiglio per questo mese. È il suo giallo d’esordio, ma prima di parlarne voglio farvi conoscere l’autore. Francesco “Ciccio” Bozzi scrive testi per la televisione e la radio. Siciliano, storico autore di Fiorello, è il suo alter ego: fratello di Silio Bozzi, commissario di polizia a Pesaro, già capo della polizia scientifica di Bologna. Carlo Lucarelli, negli anni scorsi, lo ha utilizzato spesso come consulente nei suoi programmi televisivi. Il titolo del libro fa il verso a un’espressione tipicamente siciliana, suca, e questo giallo, molto particolare, è una miscela di umorismo e suspense. Ci sarà un seguito e Bozzi ci sta lavorando: presto diventerà una serie televisiva.

Il sottotitolo, “Le iraconde indagini del commissario Mineo”, ci introduce in questa storia. Possiamo pensare che un autore brillante, che scrive i testi per Fiorello, non utilizzi anche l’ironia come chiave narrativa? No, ed è proprio per questo che dentro il romanzo la suspense e l’ironia convivono alla perfezione. L’esempio ce lo regala Fiorello: «Leggetelo: vi verrà voglia di essere arrestati!». Ma chi è il protagonista, il commissario Mineo? Lo dice Ciccio Bozzi: «È un siciliano diviso tra la passione per il suo lavoro e l’indolenza che lo porta a stare a casa, a leggere di sport o magari a prendere il sole su una panchina vista mare».

Saverio Mineo è un anti eroe, una sorta di ispettore Colombo, si muove fra Cinisi e Terrasini, alle porte di Palermo. Odia molte cose: i guanti, la forfora, i piedi brutti, la fretta, i pigiami a righe, il suo assistente Milito e sua moglie. Ma la cosa che odia di più sono i delitti, perché lo costringono a fingere di lavorare, mentre lui vorrebbe starsene in pace a leggere “La Gazzetta dello Sport” nel suo ufficio o al limite seduto di fronte al mare. In fondo, perché dovrebbe succedere qualcosa nei tranquilli paesini di Cinisi e Terrasini? E invece sembra che il destino abbia deciso di accanirsi e ogni giorno ne capita una: esecuzioni sommarie, cadaveri ritrovati ai piedi di una scogliera, effrazioni misteriose, persino un arresto che ha dell’incredibile…

A ogni nuova segnalazione, la prima reazione di Mineo è: speriamo di sbrigarcela in fretta. La seconda: non potrebbero occuparsene i carabinieri? Ma poi, trascinato controvoglia sulla scena del crimine, assieme al fido ispettore La Placa e al fatuo medico legale, dottor Costanza, quasi sempre Mineo finisce per risolvere il caso grazie al suo super-udito e alla sua distrazione. Già, perché lui arriva alla folgorazione decisiva solo soprappensiero, per associazione di idee.

Ma torniamo al suca e alle esilaranti rivelazioni di Ciccio: «Mi sono messo d’accordo con un mio amico filosofo, Paolo Ercolani, per scrivere la “Filosofia del suca”, che non è una cosa volgare, ma qualcosa che il palermitano ha dentro. Faccio un esempio: il palermitano spera che nevichi non per la bellezza della neve o del bianco candore che circonda tutto, ma per potere scrivere suca sulla neve. È una cosa che abbiamo dentro, ovunque andiamo. Se il palermitano compra una penna, cosa vuoi che scriva per provarla? Ricordo il mio meccanico a Palermo: fumava la sigaretta, il fumo gli andava negli occhi quasi chiusi».

«Un giorno stava avvitando i bulloni della mia macchina e in lontananza si sentiva qualcuno chiamare Marco, Marco. Lui rispose con un tonante suca, pur non sapendo chi fosse Marco e perché lo stessero chiamando. Il suca esce quasi da solo, è un approccio alla vita, una sorta di manifestazione del machismo siciliano. È meraviglioso, democratico, mette tutti sullo stesso piano: ridono tutti, dal banchiere all’operaio. Pensate se Garibaldi avesse risposto al generale La Marmora non obbedisco, ma suca. Forse sarebbe cambiata la storia!»

 

 

 

Giovanni Bassi
Di Giovanni Bassi
Redazione Mondo Business
RICHIEDI
LA TUA COPIA
GRATUITA
RICEVILA ADESSO