PRIMO PIANO
La buona notizia
martedì 23 Febbraio 2021
Il sostegno all’inserimento lavorativo delle persone disabili a Cremona
Da alcuni giorni, sono operative in provincia di Cremona due misure volte a sostenere l’inserimento lavorativo di persone disabili. Si tratta di misure rilevanti, soprattutto in questo periodo così difficile per l’occupazione, e che prevedono servizi per oltre un milione di euro. Gli interventi sono rivolti alle persone disabili e ai datori di lavoro che hanno l’obbligo di assumere lavoratori disabili.

La prima misura finalizzata a sostenere l’inserimento lavorativo di persone disabili va sotto il nome di “Dote lavoro disabili” e prevede due ambiti di intervento, per complessivi 370mila euro: Il primo, cosiddetto di “Inserimento lavorativo”, è dedicato alle persone disabili che sono in cerca di una prima occupazione o di una nuova occupazione; il secondo, cosiddetto di “Mantenimento in azienda”, è attivabile per i lavoratori disabili che attraversano una fase di difficoltà nella loro presenza in azienda (e/o cooperativa sociale), a causa di un aggravamento delle condizioni di salute; di significative variazioni nell’organizzazione aziendale oppure nella fase iniziale del rapporto di lavoro. Gli utenti beneficiari di “Dote” potranno fruire di vari servizi: valutazione delle capacità e delle competenze lavorative; percorsi di formazione; sostegno nella ricerca attiva del lavoro (redazione e diffusione del curriculum); individuazione del posto di lavoro più idoneo; realizzazione di esperienze di tirocinio e accompagnamento al lavoro presso un’azienda o una cooperativa. L’utente viene seguito da un tutor per tutta la durata dell’intervento.  A partire da ieri, gli interessati possono presentare la propria candidatura per attivare questi servizi, fino ad esaurimento delle risorse, secondo le seguenti modalità: compilando il modulo di adesione disponibile sul sito web della Provincia di Cremona (www.provincia.cremona.it); rivolgendosi al Centro per l’impiego competente per domicilio; contattando un operatore accreditato fra quelli indicati in un elenco che sarà a breve pubblicato nella home page del sito della Provincia di Cremona. Per informazioni: servizio Politiche del lavoro per i disabili della provincia di Cremona. Tel.: 0372/406534; email: collocamento.disabili@provincia.cremona.it.

L’intervento a sostegno dei datori di lavoro

La seconda misura è quella rivolta ai datori di lavoro: “Dote Impresa collocamento mirato”. La misura in questione mette a disposizione dei datori di lavoro risorse e servizi destinati a sostenere l’ingresso e la permanenza nel mercato del lavoro delle persone con disabilità, per un importo complessivo pari a 725mila euro. Un intervento, quindi, a sostegno di quei datori di lavoro che, come detto, hanno  l’obbligo di assumere uno o più lavoratori disabili e che non godano delle sospensioni dall’obbligo previste dalle apposite normative. La misura prevede incentivi economici all’assunzione e all’ospitalità di percorsi di formazione e tirocinio; servizi di consulenza, formazione e accompagnamento al datore di lavoro, per l’ottemperanza alla legge 68/99; contributi per l’acquisto di ausili e per l’adattamento del posto di lavoro; creazione di nuovi ambienti di lavoro attraverso la costituzione di “Isole formative”; contributi per la creazione di postazioni di smart working per i lavoratori disabili già occupati; contributi per la creazione di nuove cooperative sociali o di nuovi rami di impresa sociale da parte di cooperative sociali di tipo B. La misura è dedicata a imprese, profit e no profit, di qualsiasi dimensione e settore di attività, con sede legale e/o operativa nel territorio della provincia di Cremona. Ulteriori requisiti di dettaglio sono definiti negli specifici avvisi reperibili nella home page del sito della provincia di Cremona ( http://www.provincia.cremona.it). È possibile richiedere gli incentivi economici per le assunzioni e i tirocini fino al 31 dicembre 2021 e fino al 30 settembre 2021 per i contributi alle cooperative, i servizi di consulenza, l’acquisto di ausili, le “Isole formative” e lo smart working.

Redazione Mondo Business
RICHIEDI
LA TUA COPIA
GRATUITA
RICEVILA ADESSO